2 0 0 9  -  2 0 1 9  :   D I E C I   A N N I   G E N O V A   H O C K E Y   1 9 8 0
GenovaHockey1980

Comunicati stampa

I comunicati stampa
Filtra articoli:

Dodici cuori, una squadra

Condividi questo articolo su Facebook Scritto da ragioniere il 09/06/2021

Le finali under 14 di Bologna sono state un concentrato di emozioni, un frullato di esperienze, un mix di conoscenze, una esplosione di gioie, di ansie, di desideri, di paure, di voglia di provarci, di farcela. Di felicità, alla fine.

Torniamo a casa felici e, come sempre in questi casi, arricchiti, più grandi, più consapevoli. Grati e riconoscenti di poter vivere esperienze di sport e di vita uniche, davvero per pochi. Questo è l'hockey, il nostro hockey. Se non sapessimo di esserci meritati tutto questo con il lavoro, le fatiche, la progettazione, l'impegno, ci sentiremmo fortunati, dei privilegiati.

Siamo secondi in Italia e questo è l'aspetto, insieme, più grande e più marginale di tutti. Grande, perché il secondo posto nazionale è una roba enorme, troppo bella anche da immaginarsela. Marginale, perché le finali sono molto di più della posizione in cui arrivi.

E quando nella finale del primo e secondo posto ricevi il tifo scatenato e appassionato di tutte le altre squadre, capisci che la tua finale l'hai già vinta.

L'ha vinta Riccardo, il super capitano, sempre perfetto in tutte le palline;
L'ha vinta Matteo "Lago", il super portiere, tra i migliori del torneo;
L'ha vinta Marco, il super calmo, mai sopra le righe, sempre preciso in ogni giocata;
L'ha vinta Matteo "Farci", il super sornione, attacca e difende senza stancarsi mai;
L'ha vinta Luca "V", il super bomber, capocannonniere delle finali con 9 reti;
L'ha vinta Andrea, il super funambolo, spina nel fianco di tutte le difese avversarie e autore del gol più bello delle finali;
L'ha vinta Simone, il super grintoso, che non si arrende mai e vuole farcela sempre;
L'ha vinta Alessio, il super volenteroso, che dà sempre il massimo quando entra in campo;
L'ha vinta Diego, il super versatile, protagonista in campionato e nelle finali sia in difesa che in attacco;
L'ha vinta Manuel, il super cuore, pronto a giocare sia in porta che in attacco, dove c'è bisogno per la squadra;
L'ha vinta Luca "Delpi", il super pronto, sempre presente quando chiamato in causa;
L'ha vinta Giovanni, il super portiere di riserva, già pronto a difendere la porta l'anno prossimo.

L'hanno vinta Lorenzo e Riccardo, i super allenatori, ventenni e già così grandi.

Grazie, ragazzi. Vi abbiamo accompagnato, sostenuto, sgridato, incitato. Voi ci avete fatto sognare. Siamo felici con voi, perché avete saputo rappresentare così bene il meglio che potevamo desiderare.

Le vostre finali, che migliorano quelle di Moncalvo di due anni fa, e che riscattano quelle interrotte a Ospedaletto Euganeo e quelle non fatte a Roma lo scorso anno, sono la gioia di vivere che sconfigge le paure, la felicità che supera la tristezza. I vostri dodici piccoli grandi cuori, che quando scendono in campo diventano squadra, una cosa sola, in un grande cuore biancorosso che rappresenta al meglio il nostro modello di hockey.

Voi siete il Genova Hockey 1980, ed è per questo che voi sarete grandi.








© 1996 - 2021 Daniele Franza con la collaborazione di Luca Pastorino. Riproduzione vietata.