2 0 0 9  -  2 0 1 9  :   D I E C I   A N N I   G E N O V A   H O C K E Y   1 9 8 0
GenovaHockey1980

Comunicati stampa

I comunicati stampa
Filtra articoli:

La Super-Sedici sogna e fa sognare

Condividi questo articolo su Facebook Scritto da ragioniere il 07/07/2021

La Super-16 chiude alla grande il mese di finali (ben 4 quest'anno), con un magnifico secondo posto che, con un pizzico di fortuna in più, poteva essere qualcosa di ancora più grande...

Ma il destino ha riservato per noi ulteriori, ampi margini di crescita e di miglioramento, ed è per questo che accettiamo di buon grado quello che è arrivato da una due giorni bollente di hockey nazionale.

Ci eravamo divisi... in tre per un super campionato ligure di 14 partite: Dritto, Rovescio e Tondo i colpi, ammessi e proibiti, con cui abbiamo chiamato le nostre squadre che sono giunte ai primi posti della classifica. E' un film già raccontato: poi abbiamo unito le forze, e in un unico grande cuore biancorosso abbiamo radunato 14 (purtroppo, solo 14) dei 29 atleti che hanno preso parte al campionato, e ci siamo preparati per il sogno tricolore.

Lo abbiamo intravisto nella prima partita, contro i lombardi del Cernusco: un 7-2 per rompere il ghiaccio e misurare le nostre forze al confronto delle rivali.

Lo abbiamo accarezzato nella seconda partita, contro i romani del Campagnano: un 5-1 per capire che eravamo, minimo, tra le prime quattro in Italia.

Lo abbiamo assaporato nella terza partita, contro i sardi dell'Amsicora: un 6-2 per iniziare a pregustare l'obiettivo più ghiotto.

E poi la finalissima, contro i veneti del San Giorgio: l'ingresso in campo dove siamo stati chiamati per nome, l'Inno di Mameli, i saluti. Sono le nostre quindicesime finali giovanili in quattro anni, la nostra sesta finalissima primo-secondo posto, ma ogni volta è come la prima.

Iniziamo a tamburo battente. Ci portiamo sul 2-0 con una doppietta di Super-Nico, molte occasioni per incrementare il vantaggio, e Antonio "Anto-rumma" tra i pali a buttarsi su ogni pallina a difesa della porta biancorossa.
Ma così non poteva finire. Doveva vincere il San Giorgio e il San Giorgio ha vinto: con un "break" di 4 reti nella parte centrale della partita, e poi una difesa stoica contro i "draghi" biancorossi che collezionano occasioni-rete a grappolo, ma ne trasformano una soltanto: con il solito Nico (che vincerà il meritatissimo premio di capocannonniere delle finali).

Le finali sono questo. Emozioni sempre forti che ci fanno capire quanto siamo fortunati a fare quello che facciamo: dentro o fuori dal campo non importa, perché ci abbracciamo tutti, idealmente, nelle stesse emozioni, negli stessi sogni, negli stessi ideali, quelli del Genova Hockey 1980 che sono ideali di correttezza, lealtà e crescita, e non di vittoria a tutti i costi. Ideali di Hockey, di Sport e di Vita.

Rimanete sempre così, crescete sempre così. Grazie Alessandro, Andrea, Antonio, Daniel, Daniele, Davide, Francesco, Giovanni, Lorenzo, Matteo, Nicholas, Pietro, Riccardo, Samuele. Nessuno dica che è mancato il lieto fine, perché questo, per voi, era soltanto l'inizio. Parola di Dani.








© 1996 - 2021 Daniele Franza con la collaborazione di Luca Pastorino. Riproduzione vietata.